Soluzioni per migliorare e ottimizzare il processo di consegna delle merci ai Centri Distributivi della GDO


GS1 Italy ha svolto una ricerca per migliorare i processi di consegna dei carichi nelle piattaforme Cedi della grande distribuzione organizzata. In concreto, vuole ampliare le finestre di carico e aumentare la saturazione dei veicoli industriali. La ricerca – svolta da un gruppo di ricercatori della Liuc Università Cattaneo e del Politecnico di Milano – è avvenuta consultando trenta imprese, tra venditori, produttori e operatori logistici e analizzando i flussi delle merci.

“La prima soluzione identificata e approfondita da questo lavoro è l’ampliamento delle finestre di scarico presso i Centri Distributivi della Gdo, mentre la seconda è il miglioramento della saturazione a volume dei mezzi di trasporto”, spiega Giuseppe Luscia, Ecr project manager di GS1 Italy. “Per entrambe lo studio ha delineato la situazione, i vincoli e le opportunità per produttori, retailer e operatori logistici, arrivando anche a definire l’identikit delle aziende che ne possono trarre il massimo beneficio”.

Per quanto riguarda le finestre di ricevimento dei veicoli industriali, oggi la maggior parte dei Cedi riceve solo la mattina e solo il 21% dopo le 13.00. L’estensione di tali orari contribuisce a ridurre i tempi di scarico degli autotrasportatori, aumentando la produttività degli autisti. Devono però cambiare le abitudini dei commercianti, dei produttori e degli operatori logistici, ma anche la pianificazione delle consegne per aumentare le attività il pomeriggio e la sera.

Un altro miglioramento consiste nella saturazione dei veicoli industriali in partenza dagli impianti produttivi e dai depositi. Lo studio rivela che oggi mediamente i veicoli sono occupati meno della metà dello spazio disponibile. Aumentare il riempimento dei camion riduce il numero dei loro viaggi (quindi i costi e l’inquinamento) e contribuisce ad affrontare la carenza degli autisti.

“Lo studio conferma quanto sia fondamentale collaborare a livello di filiera per creare nuovi gradi di libertà nel sistema che possano tradursi in maggiore efficienza e disponibilità di trasporto”, spiega Luscia. “È sempre più urgente agire, concretizzare le soluzioni analizzate e sperimentare insieme un nuovo processo di consegna, incrementando digitalizzazione, flessibilità, visibilità e sostenibilità della filiera. Questa è la sfida colta dalle aziende Ecr”.

Tutti i risultati dello studio sono raccolti nella pubblicazioneMigliorare l’efficienza logistica: una questione di slot e saturazione mezzi” disponibile gratuitamente sul sito di GS1 Italy.

È inoltre possibile approfondire i temi della ricerca attraverso le interviste a professori e aziende raccolte nei video “Logistica efficiente: saturare (i mezzi) per credere” e “Consegna merci: è l’ora di ampliare gli slot!” disponibili sulla piattaforma GS1 Italy Live.

Foglie TV Administrator
image_pdfScarica l'articolo in PDFimage_printStampa l'articolo
Potrebbe interessarti anche...