fbpx

Nuove soluzioni contro gli effetti del cambiamento climatico

I servizi climatici messi a punto da MED-GOLD, il principale progetto di ricerca Ue su clima e agricoltura, forniranno strumenti settoriali e su misura di supporto alle decisioni strategiche delle aziende produttrici

by Foglie TV

I produttori di tre colture chiave del Mediterraneo, olivo, vite e grano duro potranno difendere le proprie produzioni dagli effetti del climate change grazie ai servizi climatici di MED-GOLD, il principale progetto di ricerca e innovazione dell’Unione europea (programma quadriennale Horizon 2020) su clima e agricoltura che ha coinvolto 16 partner in 6 Paesi diversi, tra cui in Italia l’Enea per il coordinamento globale. I servizi offerti permettono di trasformare dati climatici di osservazione (da satelliti e stazioni), previsioni meteorologiche e altre informazioni su parassiti e modelli biologici, in analisi economiche, proiezioni e tendenze su scale temporali diverse – da poche settimane a decenni – e forniscono supporto alle decisioni strategiche delle aziende produttrici, nonché all’adozione di buone pratiche nel settore agricolo. «Le informazioni a servizio degli agricoltori sono affidabili, continuamente aggiornate e su misura per sostenere il processo decisionale», spiegano i due coordinatori Enea del progetto, Alessandro Dell’Aquila del Laboratorio Modellistica climatica e impatti e Luigi Ponti del Laboratorio Sostenibilità, qualità e sicurezza delle produzioni agroalimentari.

I vantaggi in campo

Grazie a un database consultabile attraverso un “cruscotto” interattivo di facile accesso, la cosiddetta dashboard MED-GOLD, un olivicoltore può conoscere quali trattamenti saranno necessari contro i parassiti dell’olivo, quanto olio sarà possibile produrre durante la prossima campagna o in che periodo iniziare l’irrigazione. Allo stesso modo, sono disponibili proiezioni di breve, medio e lungo termine dei principali fattori climatici in grado di fornire informazioni utili al viticoltore che voglia sapere quale varietà di vite sia più adatta per il clima nei prossimi 30 anni o al produttore di grano che si interroghi sull’impatto dell’azione erosiva delle acque sui terreni o sulle aree più idonee alla produzione futura. In sintesi gli agricoltori mettendo in campo decisioni informate riusciranno ad ottenere un miglioramento della qualità delle produzioni, stabilità delle rese, ottimizzazione del rischio, riduzione dell’impatto ambientale, e potranno pianificare le operazioni colturali in modo più preciso.

Trasformare il cambiamento climatico in opportunità

Secondo studi e previsioni la regione mediterranea sarà quella che più di ogni altra subirà le conseguenze dei cambiamenti climatici. Mettere in atto strategie di resilienza sarà quindi determinante per preservare la biodiversità di questa area. L’agricoltura ha certamente un ruolo chiave nel rispondere a questa sfida, essendo il settore economico maggiormente e direttamente influenzato dai cambiamenti climatici.  Trasformare informazioni e dati legati al clima e metterli a disposizione degli agricoltori risulta dunque fondamentale. Eventi estremi quali ondate di calore e siccità, sempre più frequenti, rappresentano un grave problema per gli olivicoltori, viticoltori e granicoltori -e non solo-, influenzando fortemente lo sviluppo produttivo e la resa. Come spiegato da Dell’Aquila, l’obiettivo del progetto è trasformare le informazioni climatiche in valore aggiunto per i sistemi alimentari mediterranei: «un servizio climatico efficace supporta le decisioni e le azioni di adattamento dinamico e sostenibile, riduce i rischi, aumenta la resilienza e, quando possibile, trasforma il cambiamento climatico in un’opportunità. Infatti, i servizi MED-GOLD non mirano solo a ottenere colture con rendimenti più alti e più stabili, ma anche più sostenibili dal punto di vista ambientale, economico e sociale». L’obiettivo a lungo termine del progetto, come spiegato da Enea, è rendere l’agricoltura europea più competitiva. Per sviluppare la piattaforma insieme agli altri partner del progetto, Enea ha coinvolto gli utenti in modo da garantire una maggiore rispondenza alle loro specifiche esigenze e aspettative sui dati necessari per proteggere le tre colture tipiche del Mediterraneo. La consultazione della dashboard avviene previa registrazione sul portale di MED-GOLD o accedendo attraverso https://www.med-gold.eu/it/partecipa/ .

Fonte: Previdenza Agricola

Autore: Laura Saggio

POTREBBE PIACERTI ANCHE