fbpx

METOS Italia di Pessl Instruments si presenta ad EIMA 2021

by Foglie TV

Ad oltre 30 anni dall’ingresso nel mercato italiano, Pessl Instruments, assieme a due soci italiani che hanno contribuito a sviluppare il business aziendale in Italia, ha deciso che fosse arrivato il momento di avere una presenza diretta sul territorio.
Gli obiettivi di crescita, in linea con la crescita che ci si attende dal mercato della sensoristica di prossimità in agricoltura, sono ambiziosi e, per raggiungerli, era necessario avere una maggiore presenza territoriale che può essere raggiunta solo attraverso una struttura locale capace di operare in autonomia.
Conoscenza del mercato, presenza consolidata nelle maggiori aree produttive del Paese e maggiore libertà di operare direttamente o tramite agenti sul territorio sono condizioni necessarie ma non sufficienti per raggiungere gli obiettivi di quota di mercato e di fatturato che ci siamo posti.
Un altro tassello della nostra crescita verrà da soluzioni innovative già proposte al mercato e che stiamo lanciando qui ad EIMA.

– Sensori diffusi sul territorio, a basso costo e garantiti dalla nostra esperienza e dal nostro marchio, grazie a nuove tecnologie di trasmissione LPWAN (LoRa e soprattutto NBIoT).

– Sistemi di gestione di immagini CropView e iScout che consentono di monitorare da remoto le colture e le trappole di monitoraggio delle popolazioni di insetti.

– Soluzioni nuove, pensate per ridurre i rischi legati alla distribuzione di agrofarmaci come Metos AOS, una novità che lanciamo qui ad EIMA e che, collegata al terminale ISO BUS consente all’operatore di valutare in tempo reale le condizioni operative che hanno maggiore importanza per la corretta distribuzione dei prodotti per la difesa delle colture: temperatura e UR e variabili calcolate a partire da questi parametri: VPD e Delta T, oltre alla direzione e all’intensità del vento, fattori che influenzano in maniera importante la deriva.
L’operatore può così decidere di proseguire il trattamento variando le condizioni operative (volume irrorato, tipo di ugelli…) o di sospendere l’attività in attesa che le condizioni consentano di minimizzare i rischi, per esempio, di deriva verso abitazioni, astanti o colture limitrofe.

POTREBBE PIACERTI ANCHE

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi