fbpx

Lo stato del mercato per l’uva da tavola nel mese di Maggio

Esaminando l'offerta, la domanda e i prezzi per tre mercati nell'ultimo mese: Stati Uniti, Europa e Cina.

by Foglie TV

CINA: Nell’ultimo mese la situazione pandemica a Shanghai è stata critica, portando a un confinamento totale, con rigide misure sanitarie. Ciò si è aggiunto ai problemi logistici nel porto della città, che ha visto la mancanza di capacità per lo stoccaggio di container refrigerati (reefer).

Nonostante ciò, si è registrato un aumento costante degli arrivi di uve importate, con le uve rosse senza semi e le Red Globe che si sono distinte come i gruppi con i maggiori volumi.

In termini di origini, l’attenzione è cambiata dalle uve peruviane alle uve cilene come fonte dominante sui mercati, con anche i lotti provenienti da Australia e Sud Africa che sono rimasti in concorrenza, sebbene in misura minore. Per quanto riguarda la domanda, si sono registrate vendite con un andamento generalmente buono per tutti i gruppi varietali, in particolare per Red Globe, che ha presentato una costante rotazione delle scorte per tutto il mese.

Nel mercato di Guangzhou, la maggior parte della fornitura era costituita dalle varietà Red Globe e Crimson Seedless, seguite da Sweet Globe e Thompson Seedless, entrambe appartenenti al gruppo dei semi bianchi. Nel caso dell’uva nera senza semi, le varietà più popolari erano Sweet Sapphire e Sable Seedless.

Se si considerano i prezzi dell’ultimo mese (settimane dalla 14 alla 17), il gruppo di uve bianche senza semi ha chiuso a 4,15 USD/kg, registrando una riduzione del 10% rispetto al mese precedente (settimane dalla 9 alla 13) e un calo del 27%. rispetto all’anno scorso. L’uva Red Globe è stata scambiata per 2,96 USD/kg (+2% mensile; +1% annuo), il gruppo di uva rossa senza semi ha registrato una media di 3,85 USD/kg (-21% mensile; +12% annuo). Infine, l’uva nera senza semi è stata scambiata per 2,84 dollari al chilo (-33% mensile; -22% annuo).


STATI UNITI: Nel mese di aprile si è continuata a vedere un’ampia disponibilità di uva da tavola cilena, unitamente ad un’elevata eterogeneità in termini di condizione, a dividere il mercato, anche a causa dei problemi logistici riscontrati lungo tutta la filiera, sia in origine che in destinazione.

Come di consueto, prima dell’ordine di commercializzazione delle uve negli Stati Uniti (10 aprile), c’è stato un aumento degli arrivi cileni, che hanno poi iniziato a diminuire, seppur con volumi settimanali superiori alla stagione precedente. La fornitura era costituita principalmente da frutta cilena, mentre le altre origini erano scarsamente registrate.

Per quanto riguarda i prezzi del mese, i bianchi senza semi importati hanno raggiunto una media di 3,21 dollari al chilo, insieme a una variazione mensile del +2% e una variazione annuale del -17%; nel rosso senza semi, la media è stata di 1,92 USD/kg, con una variazione del -9% rispetto a marzo e del +2% rispetto al 2021, lo stesso mese; nel nero senza semi, il valore medio è stato di 2,19 USD/kg, in calo del 10% al mese, registrando al contempo il 15% in meno rispetto all’anno precedente; in Red Globe il prezzo medio era di 2,42 dollari al chilo, insieme a una differenza mensile del -2 percento e una differenza annuale del +9 percento.


EUROPA: All’inizio di aprile, il Sudafrica ha continuato a dominare la fornitura di uva senza semi, con lotti di frutta di qualità e condizione variabili. Cile e India, dal canto loro, hanno continuato ad aumentare la loro presenza, fornendo una gamma più ampia di varietà.

Oltre a Thompson Seedless e Crimson Seedless, sono state aggiunte varietà come Sonaka Seedless, Timco, Sugraone, Sweet Globe, Allison, Flame Seedless, tra le altre.

Il Perù invece, con una minore quantità di frutta disponibile, era presente principalmente con Red Globe e altre varietà come Timco, Allison, Jack’s Salute, Sugraone e Arra 15.

Nella seconda quindicina la commercializzazione dell’uva senza semi, in particolare nei Paesi Bassi, è diventata più pesante, anche a causa dell’insufficienza della domanda per assorbire i crescenti volumi di arrivi.

India e Cile sono arrivate con maggiore forza, mentre il Sud Africa, nell’ultimo tratto della loro stagione, ha iniziato a diminuire la loro partecipazione.

Con la diminuzione dell’interesse per l’uva senza semi, gli stock di questi gruppi varietali sono aumentati. Per Red Globe lo scenario è stato diverso, perché la domanda è rimasta a livelli normali, così come i prezzi di vendita. Come è stato il trend della stagione, alcuni lotti di uva dal Sud Africa e dal Cile sono arrivati ​​con qualità e condizioni variabili, con le varietà senza semi che sono state le più colpite.

Infine, per quanto riguarda i prezzi di vendita, a titolo di riferimento, durante la settimana 17 del 2022 le varietà bianche senza semi e rosse senza semi d’oltremare in formato cestone sono state offerte a una media rispettivamente di 2,20 €/kg e 2,30 €/kg; mentre, nel caso di Red Globe, i prezzi erano in media di 2,25 €/kg (scatola da 8,2 kg di uva dal Cile) e di 2,10 €/kg (scatola da 8,2 kg di uva dal Perù).

Fonte: Fresh Fruit Portal

POTREBBE PIACERTI ANCHE