L’inizio di una storia di sostenibilità: il progetto POMOFONDI

Migliorare la qualità nutrizionale del Mini Sanmarzano coltivato nella Piana di Fondi e la sostenibilità ambientale, riducendone l’impronta idrica, l’uso dei fitofarmaci e pesticidi. Il tutto supportato dalle moderne tecnologie, smartphone e qrcode, utilizzate per la realizzazione di un’etichetta “smart” che racconti al consumatore il territorio di origine e l’intera filiera produttiva e la sostenibilità dei metodi di produzione. Tutto questo è il progetto POMOFONDI: scopriamolo insieme a Stefania Ruggeri, ricercatrice del CREA Alimenti e Nutrizione e coordinatrice del progetto.

Il video realizzato al termine della prima fase del progetto “Qualità certificata di varietà di pomodoro Mini Sanmarzano della piana di Fondi in relazione alla sostenibilità ambientale e al valore nutrizionale” POMOFONDI – finanziato dalla Sotto-misura 16.1 “Sostegno per la costituzione e la gestione dei Gruppi Operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura” PSR Lazio 2104-2020 a cui partecipano ricercatori del Centro di Ricerca Alimenti e Nutrizione e del Centro di Ricerca Ingegneria e Trasformazioni Industriali, ci racconta i primi passi della realizzazione di questo progetto.

Per informazioni contattare:  stampa@crea.gov.it

Potrebbe interessarti anche...