Italian Fruit Village al Fruit Logistica di Berlino con un ricco palinsesto


L’Italian Fruit Village, format itinerante di internazionalizzazione del prodotto fresco italiano, sarà presente dal 8 al 10 febbraio al Fruit Logistica di Berlino. Con una superficie espositiva di circa 400 metri quadri, al centro del padiglione 4.2, il Village del Consorzio Edamus torna a  ospitare Organizzazioni di Produttori, Consorzi, Imprese, Eventi e Cookingshow. 

Il successo dell’Italian Fruit Village, il format di promozione e internazionalizzazione del prodotto fresco italiano, ideato dal consorzio Edamus, conferma il posizionamento strategico a Fruit Logistica, nel cuore della hall 4.2 di Messe Berlin.

Nei circa 400 metri di superficie espositiva di IFV trovano posto aziendeconsorzi di tutela di prodotto IGP / DOP e Organizzazioni di Produttori, provenienti da numerose regioni italiane.

Per promuovere il sistema agroalimentare italiano anche un’area eventi con ristobar, in cui si terranno talk con i principali player istituzionali della filiera, ma anche presentazioni in grado di valorizzare i prodotti e i progetti delle aziende partecipanti. Il tutto alternato da degustazioni e cookingshow, per esaltare, anche in cucina, le qualità del prodotto italiano.

Ricco il palinsesto degli eventi dove si segnala la partecipazione del mondo dell’associazionismo di categoria con i vertici nazionali di Confagricoltura e Coldiretti; quello di enti e istituzioni, Regione CampaniaItalia OrtofruttaDistretto degli Agrumi di Sicilia. Il palco del Village, dunque, si conferma sempre più la principale piazza italiana sulla quale dar vita a incontri capaci di incidere sulle politiche di settore. A moderare gli incontri  si alterneranno direttori e redattori delle principali testate di settore. Raffaella Quadretti di MyFruit, Luca Moroni di Fresh Point Magazine, Donato Fanelli di Foglie TV, Alice Magnani e il professor Roberto Della Casa studioso d’avanguardia delle filiere dei prodotti alimentari per IFN e il giornalista televisivo Gioacchino Bonsignore caporedattore del TG5 e curatore della la rubrica culinaria Gusto. Saranno tante anche le aziende che utilizzeranno l’area live dell’Italian Fruit Village per parlare dei propri prodotti come, ad esempio, Aop ArcadiaCostieragrumi, Ager Campanus a cui si alterneranno momenti di promozione e premiazione come nel caso dell’assegnazione degli Italian Food News Award.

Tra le aziende espositrici, invece, si segnala la presenza delle Organizzazioni di Produttori Terra OrtiLa DeliziosaA.O.A., CostieragrumiAroma DomusAger CampanusLa PalmaAssodauniaMeridiaAgritalia e Terra del Sole, l’AOP Europae, l’Associazione Italiana Consorzi di Tutela (AICOT),  i Consorzi Rucola IGP della Piana del SeleCarciofo di Paestum IGP e Limone Costa d’Amalfi IGP, Coldiretti e Confagricoltura Salerno,  a cui si aggiungono, tra le altre, le aziende agricole SeneseD’AcuntoBio-Kiwi, FeolFruitLa Reggia e Paolillo.

Dopo Fruit Logistica, l’Italian Fruit Village farà tappa, nella sua versione organica, al Biofach di Norimberga. A marzo sarà la volta di Cibus Connect, dove proprio grazie all’impegno del Consorzio Edamus, per la prima volta ci sarà uno spazio interamente dedicato al Fruit&Vegetables. Sempre in Italia il successivo evento, con la seconda edizione del Salone della Dieta Mediterranea (Dmed), mentre, come di consueto, l’ultimo appuntamento dell’anno sarà a ottobre al Fruit Attraction di Madrid.

Anche nel 2023 l’Italian Fruit Village si conferma appuntamento di rilievo nelle principali fiere internazionali, un successo spiegato così dal presidente del Consorzio Edamus, Emilio Ferrara – “Il comparto ortofrutticolo italiano esprime lavoro, valore e qualità. Il Village ha la capacità di esaltare queste peculiarità, dare valore alle aziende e favorire l’incontro tra mondo produttivo, decisori politici e mercato”.

 

Foglie TV Administrator
image_pdfScarica l'articolo in PDFimage_printStampa l'articolo
Potrebbe interessarti anche...