Fertile, successo per il docufilm dell’Associazione Nazionale Le Donne dell’Ortofrutta


Il SalinaDocFest è un festival internazionale dedicato al “documentario narrativo”, che si svolge ogni anno nell’isola di Salina, nelle Eolie. La XVI edizione della manifestazione cinematografica, diretta e fondata da Giovanna Taviani, si è conclusa domenica 18 settembre con un’ottima risposta di pubblico in termini di partecipazione e successo ottenuto.

Tra i 7 documentari in concorso nel 2022 anche “Fertile”, del regista Alessandro Quadretti.

Fertile è il primo lungometraggio italiano dedicato al mondo dell’ortofrutta, raccontato dalle donne che ne sono protagoniste,  e ne mostra le fatiche, le gioie, le delusioni e l’impegno. Le donne rappresentano il 70% della forza lavoro in ortofrutta ma troppo spesso non hanno sufficiente voce. Il docufilm parla di loro, mette a nudo la loro identità e la passione per la terra, per la natura e per l’ambiente. È un modo per celebrare tutte coloro che con caparbietà hanno unito le forze per coltivare insieme la parità.

“La partecipazione al SalinaDocFest, come prima selezione ad un festival cinematografico, è un risultato davvero importante”, commenta Quadretti. “Un’esperienza molto bella, condivisa con altri registi e scandita dalle proiezioni mattutine dei documentari in concorso mentre, nel pomeriggio e alla sera, è stata arricchita da presentazioni di libri, incontri, visioni di film con personaggi di spicco del cinema e della letteratura cinematografica. L’ottima accoglienza da parte dei presenti in sala è stata poi un’ulteriore conferma, non affatto scontata, della bontà del lavoro svolto insieme all’Associazione. Partendo dalla necessità di raccontare uno spaccato del nostro Paese, fatto di quotidianità, imprenditrici, organismi e associazioni, ci siamo sforzati di realizzare un documentario il più distante possibile dal film istituzionale. Ci siamo concentrati su un taglio narrativo che mettesse al centro le storie delle persone, i territori, il lavoro. L’Associazione e io ci siamo resi conto che avrebbe avuto senso fare un film solo se questo avesse permesso alle donne di questo settore di raccontarsi in un modo nuovo, inusuale per le loro abitudini comunicative, così da raggiungere non i consumatori, bensì gli spettatori. Fertile è un racconto corale che muovendosi tra testimonianze di successi, discriminazioni, coraggio e perdite, cerca sempre di mettere al centro il paesaggio umano. Il frutto di tutto questo è una proposta inedita”, ha concluso il regista.

Fortemente voluto dall’Associazione Nazionale Le Donne dell’Ortofrutta, il documentario è dedicato a Annabella Donnarumma, socia dell’associazione recentemente scomparsa.

Il progetto è stato realizzato da Officinemedia grazie ai tanti donatori e alle tante donatrici del crowdfunding e ai coproduttori (Citrus l’Orto Italiano, Consorzio Bestack, Coop CPR System, OrtoRomi, Macfrut, Mazzoni Group, Radicchio di Treviso IGP e Variegato di Castelfranco IGP, Sal Frutta, TurismiAmo).

Fonte: Associazione le Donne dell’Ortofrutta

Foglie TV Administrator
Potrebbe interessarti anche...