I droni per l'agricoltura di precisione: quali prospettive?

Dalla Regione Puglia finanziamenti per progetti pilota


L’avviso è finalizzato al finanziamento di un progetto pilota, della durata di 24 mesi, relativo ad azioni di trasferimento della conoscenza, alla realizzazione di strumenti, processi o prodotti innovativi, alla diffusione di nuove conoscenze, di validazione e/o adozione di eventuali innovazioni di prodotto e/o di processo e implementazione di nuovi modelli organizzativi e gestionali per il supporto decisionale automatizzato e/o semi-automatizzato. I nuovi modelli elaborati, basati su analisi dei costi-benefici delle soluzioni tecniche di agricoltura di precisione più idonee rispetto alle diverse realtà agricole regionali, devono garantire un più agevole processo di trasferimento tecnologico e di qualificazione professionale per lo sviluppo dell’agricoltura di precisione nel territorio regionale.
Le proposte dovranno individuare specifici fabbisogni di ricerca e innovazione per lo sviluppo dell’agricoltura di precisione, coerenti con i contenuti del “Piano regionale” (art. 4 comma 3 lett. h della Legge regionale n. 55/2018)

agricoltura 4.0Quando partecipare

Dal 18 agosto 2022 al 02 ottobre 2022 è possibile effettuare le proposte

Beneficiari
Le proposte di “Progetto pilota” sono presentate da partenariati, costituiti da imprese agricole singole o associate, consorzi, università, centri e istituti di ricerca di comprovata qualificazione nel settore della ricerca agricola e agroindustriale e dell’innovazione tecnologica, aggregati in forma di Associazione Temporanea di Scopo (ATS).

Soggetto capofila dell’Associazione Temporanea di Scopo è una impresa agricola singola o associata, la quale assume qualità e funzione di rappresentanza legale dell’Associazione.
Le università e/o i centri e/o gli istituti di ricerca devono essere obbligatoriamente partner dell’ATS, a pena di esclusione del progetto pilota presentato.

Cosa finanzia
Le proposte di “Progetto pilota” dovranno essere aderenti ai seguenti temi:
a)    Adattabilità delle tecnologie di agricoltura di precisione su scala aziendale e/o consortile.
b)    Gestione spaziale e temporale delle attività produttive attraverso l’elaborazione di dati raccolti da diversi sensori e tecnologie come supporto alle decisioni in agricoltura.
c)    Gestione delle attività produttive con tecnologie elettroniche e informatiche per la registrazione, l’archiviazione, la consultazione e l’utilizzo dei dati relativi a tutte le attività agricole.
d)    Impiego di “macchine intelligenti” in grado di modificare la propria modalità operativa all’interno delle diverse aziende o comprensori di riferimento.
e)    Azioni di informazione e formazione degli operatori agricoli e tecnici per il trasferimento delle conoscenze e dei concetti basilari inerenti le tecnologie in uso in agricoltura di precisione.
f)    Valutazione dei benefici derivanti dallo sviluppo dell’agricoltura di precisione in termini di potenzialità produttive e di convenienza ambientale ed economica, nonché di incrementi e sviluppo di nuovi sbocchi occupazionali.
g)    Realizzazione di campi dimostrativi presso le aziende agricole per la promozione dell’agricoltura di precisione.

Sono considerate ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

  • personale;
  • materiale durevole;
  • materiale di consumo;
  • servizi e consulenze;
  • missioni – rimborsi spese;
  • spese generali.

Le spese, sostenute esclusivamente per la realizzazione del progetto o dell’intervento, devono trovare giustificazione in costi effettivamente sostenuti, comprovati da documenti di spesa corredati dal CUP assegnato, e dalla indicazione delle modalità e degli estremi dei relativi documenti di pagamento, nei termini e nei modi previsti dalla convenzione.

Contributo
Il contributo regionale concedibile, pari al massimo dell’80% del costo complessivo del progetto, non potrà essere superiore a € 100.000,00 (centomila/00 euro)

Come partecipare
La domanda deve essere presentata dal capofila del partenariato, firmata digitalmente  e redatta in conformità al modello Allegato B scaricabile in formato editabile, deve pervenire entro il 02 ottobre 2022 all’indirizzo PEC ricercaagricoltura@pec.rupar.puglia.it.

La domanda di contributo deve essere corredata dei seguenti allegati:
Allegato C – Formulario per la redazione della proposta
Allegato D – Dichiarazione di impegno a costituirsi in ATS – Mandato collettivo speciale con
rappresentanza

La domanda deve pervenire entro le ore 12.00 del 02 ottobre 2022

Responsabile di procedimento
Raffaella Di Terlizzi
Regione Puglia – Sezione Competitività delle Filiere Agroalimentari
Lungomare Nazario Sauro, 45/47 – 70121 Bari
telefono: 0805405977
email: r.diterlizzi@regione.puglia.it 

Foglie TV Administrator
image_pdfScarica l'articolo in PDFimage_printStampa l'articolo
Potrebbe interessarti anche...