A Monopoli congresso regionale della UILA Puglia, al centro il lavoro

“La politica che non riesce ancora a dare un governo al paese prenda esempio dal recente accordo confindustria-sindacati basato su scelte concrete, immediatamente realizzabili e utili per i cittadini”. E’ il messaggio forte lanciato dal sesto congresso regionale della Uila Puglia apertosi a Monopoli alla presenza di 200 delegati e 70 ospiti. Tema dell’assise la centralità del lavoro per difendere il settore dell’agricoltura e dell’agroalimentare che rappresentano il comparto trainante dell’economia non solo regionale: nel 2017 l’agricoltura in Puglia è cresciuta del 13,7% mentre l’agroalimentare pugliese ha conquistato il primato nazionale della produzione lorda vendibile. Due i momenti salienti che hanno caratterizzato la prima giornata dei lavori. La relazione del segretario regionale uscente Pietro Buongiorno che ha illustrato le tesi dell’organizzazione dei lavoratori del comparto agricolo della Uil rilanciando le proposte di legge di iniziativa popolare su disoccupazione, pensioni e aiuti alla genitorialità consegnate al nuovo parlamento. La fase di stallo in cui versa il Psr con gravi ritardi negli investimenti che stanno penalizzando il settore. Sul fronte xylella, la necessità di procedere subito all’eradicazione delle piante infette e ai rimborsi per i produttori colpiti. Una profonda riforma dell’Arif che vada oltre l’antincendio e l’irrigazione.
Di particolare livello e interesse, poi, la tavola rotonda sul mercato del lavoro agricolo. “Per combattere concretamente il caporalato – ha dichiarato il segretario generale nazionale della Uila Stefano Mantegazza – chiederemo al nuovo governo di modificare la legge 199 per le pastoie burocratiche che impediscono alle parti sociali di risolvere i nodi del servizio di trasporto per i lavoratori e dell’incontro legale fra domanda e offerta di lavoro assicurando sgravi contributivi per le aziende che assumono attraverso la rete agricola di qualità gestita sul territorio insieme con Inps, prefetti e comuni”. 
La direttrice regionale dell’Inps Maria Sciarrino ha sottolineato il ruolo di collettore fra imprese e sindacati che deve svolgere l’istituto con la sua banca dati. L’assessore regionale al lavoro Sebastiano Leo ha ribadito l’impegno a sostenere l’attuazione della nuova legge anticaporalato con contributi per i trasporti e l’intermediazione. Il commissario straordinario del governo per l’emergenza caporalato, prefetto Iolanda Rolli, si è soffermata sulle attività svolte in particolare dalla cabina di regia in provincia di Foggia per superare i ghetti mostrando alcune importanti prospettive che impegneranno nell’immediato futuro istituzioni pubbliche e organizzazioni sindacali a partire dalla prossima riunione convocata per il 26 aprile.
I lavori del congresso regionale della Uila Puglia si concluderanno domani con il rinnovo degli organismi dirigenti, l’approvazione dei documenti finali e gli interventi del segretario generale regionale della Uil Puglia Franco Busto e del segretario nazionale Uila Pietro Pellegrini.