Reportage dell'incontro sul contrasto alla Xylella con l’Agricoltura Simbiotica

Foglie grazie alla nuova collaborazione con CCS, ha filmato Martedì 24 Gennaio presso il “Palazzo Baronale” di Nocigli (LE), il convegno "I nuovi approcci e tecnologie per la salvaguardia delle produzioni agricole e il contrasto alla Xylella con l’Agricoltura Simbiotica."
Lo scopo era quello di evitare, o comunque sia di contenere al massimo l’estirpazione delle piante d’olivo. Il prodotto utilizzato nella sperimentazione iniziata nel marzo 2016 è Micosat F-Olivo una miscela di batteri e funghi benefici brevettata da CCS Aosta per cui è intervenuto il direttore scientifico, dott. Giusto Giovannetti. Il prodotto è stato applicato al terreno di ulivi affetti da disseccamento in 40 aziende agricole per un totale di 64 ettari di olivo distribuiti su tutta la provincia di Lecce.
Pensare che inizialmente le aziende aderenti erano solo 6 per un totale di 12 ettari, ma gli evidenti risultati positivi hanno attirato altri olivicoltori.
I 23 comuni salentini interessati all'esperimento sono Acquarica del Capo, Alezio, Alliste, Castrignano del Capo, Casarano, Nociglia, Matino, Parabita, Presicce, Racale, Salve, Sannicola, Specchia, Spongano, Squinzano, Strudà, Supersano, Taurisano, Taviano, Trepuzzi, Tuglie, Ugento e Vernole.
In generale la risposta delle piante al trattamento è di tipo fisiologico. I sintomi del disseccamento non si estendono, mentre le piante riprendono a vegetare con vigore soprattutto nelle parti distali: si è notata una ripresa vegetativa a circa 60 giorni su branca completamente secca sia di alberi giovani che secolari.
Al momento sono state effettuate analisi specifiche di laboratorio che confermano le evidenze percettive, fino ad adesso, positive ed incoraggianti.