Speciale FdL 2016 - Sviluppo e diversificazione delle imprese agricole per i giovani

Nel luglio scorso è stato avviato il bando per sostenere il primo insediamento dei giovani pugliesi in agricoltura, nel quadro più ampio  di investimenti  previsti dal Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Puglia, con l’obiettivo di incentivare l’avviamento di nuove imprese agricole. La misura rientra nelle azioni comprese nel “Pacchetto Giovani” da attuare attraverso interventi finalizzati a sostenere investimenti di giovani agricoltori che si insediano per la prima volta, a creare e sviluppare attività extra-agricole e a sostenere l’adesione ai nuovi regimi di qualità. Le misure previste dal Piano di Sviluppo Rurale per la creazione, lo sviluppo e la diversificazione di nuove imprese agricole giovanili è stato il tema al centro dell’incontro tenutosi ad Agrimed nell’ambito della 80esima edizione della Fiera del Levante di Bari. La dotazione finanziaria complessiva di 40 milioni di euro è il primo importante intervento del PSR 2014-2020 che  attraverso 'misure a pacchetto', sostiene l’accesso all’imprenditoria in agricoltura di donne e uomini d’età compresa tra i 18 e i 40 anni, favorendo, primo fra tutti, il ricambio generazionale col duplice scopo di accompagnare i giovani nel processo di avviamento delle imprese agricole innovative e sostenibili per rendere l'agricoltura pugliese sempre più competitiva. La misura promuove le start up e, dunque, l’occupazione giovanile nel settore agricolo, contrastando anche l’abbandono dei campi, in favore, invece, del progresso di processo e prodotto in agricoltura, grazie ai giovani con idee innovative e con una formazione adeguata e specializzata.