Giornata Mondiale dell'Alimentazione

Integrazione ed inclusione sono questi i temi scelti dall'Istituto Agronomico del Mediterraneo, per celebrare la Giornata Mondiale dell'Alimentazione. In un momento in cui i paesi sono alla ricerca di nuove risorse e nuove forme di sviluppo, lo IAMB, da 50 anni, è impegnato nel promuovere agricoltura sostenibile attraverso la formazione postuniversitaria  di giovani provenienti da tutti i paesi. Al fine di elaborare nuove strategie lo Iamb ha accolto, in occasione del World Food Day, ambasciatori e funzionari diplomatici provenienti da 15 paesi dell'Africa Sub Sahariana e le delegazioni dei Ministeri italiani degli Affari Esteri, del lavoro e delle Politiche Agricole e Forestali. Attraverso lo IAMB è stato lanciato un nuovo progetto: AFORIL, ossia Formazione Pre-partenza per Immigrati Lavoratori in Agricoltura. In pratica un programma formativo per i lavoratori agricoli immigrati da avviare nei tre paesi di partenza (Egitto , Tunisia e Marocco) La presenza dei funzionari e diplomatici dei paesi dell'Africa Sub Sahariana è stata anche occasione di conoscenza e confronto al fine di stabilire nuovi rapporti e sviluppare economie comuni. Questa collaborazione si sposa quindi con la cultura dell'integrazione dell'inclusione che oggi può dare tanto in uno scambio reciproco di sinergie. Emblematico il rapporto nato anche con la Repubblica delle Mauritius che ha già sperimentato rapporti di collaborazione con altri paesi sviluppando forme di agricoltura. L'impegno dello IAMB si concretizza così nella nascita di nuove sinergie e nella formazione di giovani che trovano in questo istituto la chiave per mettere a frutto le loro capacità e pensare ad un futuro brillante per se e per il proprio paese. In occasione di questa giornata dedicata all'Alimentazione Mondiale ma anche all'integrazione e all'inclusione, l'Istituto Agronomico del Mediterraneo ha consegnato 40 diplomi ad altrettanti esperti provenienti da 13 paesi del Mediterraneo a chiusura dell'anno accademico e del loro percorso di studi.