Alla scoperta dell’uva pugliese che verrà, presentazione Accordo CREA Nu.Va.U.T

L’uva è uno dei prodotti di punta dell’agricoltura pugliese e, oggi, grazie a una stretta collaborazione tra pubblico e privato, sarà sempre più competitivo e appetibile per i mercati internazionali. E’ questo l’obiettivo dell’accordo, presentato, in occasione dell’82esima Fiera del Levante nel Padiglione 18 ‘Puglia, dove l’agricoltura è bellezza’, tra il Consorzio di produttori ‘Nuove Varietà di Uva da Tavola’ (Nu.Va.U.T.) e il CREA, il più importante ente di ricerca agroalimentare. Nu.Va.U.T.è il primo consorzio italiano di aziende (ad oggi 24) che investe nella ricerca pubblica e in particolare nel settore dell’uva da tavola. Il CREA ha puntato sulla studio di nuove uve con e senza semi, raggiungendo risultati che hanno attirato l’attenzione di operatori della produzione e della commercializzazione pugliesi e italiani, i quali per sostenere tale studi, si sono consorziati. Sono state messe a punto oggi le prime 12 nuove varietà testate nelle diverse aziende di produzione per poter meglio studiare le tecniche di produzione, il tutto con la collaborazione tecnica dei ricercatori del CREA e agronomi delle aziende Nu.Va.U.T.