Campagna Olearia 2020 - Prezzi rilevati del mercato dell'olio 18 Novembre

Il punto sul mercato

 

In generale, nell’Italia centro-settentrionale, si è verificata una bellissima fioritura. Le piogge estive, anche se abbondanti, non hanno sino ad ora compromesso il buon risultato.

Discorso diametralmente opposto, invece, al Sud Italia a partire dalla Puglia settentrionale dove ha influito innanzitutto una fisiologica alternanza dopo l’abbondante produzione dello scorso anno. Flessione particolarmente consistente negli areali dove si è raccolto fino a molto tardi (febbraio). Nonostante un autunno ed un inverno caratterizzati da una siccità importante, lo stato vegetativo delle piante è apparso in buone condizioni anche grazie al supporto fitosanitario. Tuttavia, nel complesso le olive non hanno subito forti infestazioni da parte della mosca delle olive, pertanto si otterrà un olio di altissima qualità. Permangono nel Salento le problematiche legate alle perdite degli oliveti a causa della Xylella

Poco ottimismo anche aree della Calabria mentre in Sicilia la produzione al momento non sembra discostarsi troppo da quella dello scorso anno ma lontana dall’essere considerata di carica.

La seconda settimana del mese di novembre ha evidenziato un rialzo delle quotazioni medie dell'extravergine di oliva nazionale, dopo la flessione registrata sette giorni fa.

Il prezzo medio rilevato si è attestato a 4,72 euro al chilo +4%, grazie in particolare al rialzo evidenziato sulla piazza di Foggia. Si evidenzia però che il mercato risulta ancora instabile e che la maggioranza dei listini ha un andamento lievemente flessivo.

Battuta d'arresto per l'olio vergine che si ferma a 2,70 euro al chilo rispetto ai 2,73 della passata rilevazione; in lieve flessione anche il lampante che si attesta a 1,65 euro al chilo.

Sul mercato all'ingrosso situazione sostanzialmente stabile prosegue un lieve incremento delle quotazioni medie dell'olio raffinato di oliva che questa settimana raggiunge i 2,15 euro al chilo.

In lievissima crescita i listini medi dell'olio raffinato di semi di mais, stabili arachide e girasole.