Acquisto terreni da parte di giovani, ecco il bando Ismea 2020

Requisiti al momento della presentazione della domanda

Persona fisica

  1. età compresa tra i 18 anni compiuti e i 41 non ancora compiuti;
  2. non essere già insediato in agricoltura.

Società Agricola

  1. titolare di partita iva ma non iscritta all’INPS;
  2. avere una maggioranza assoluta, numerica e di quote di partecipazione di soci di età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non compiuti;
  3. essere amministrata da un soggetto non insediato in agricoltura di età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non compiuti.

N.B. Non è già insediato in agricoltura un giovane che non è mai stato iscritto al regime previdenziale agricolo come coltivatore diretto o come IAP.

Interventi ammissibili

Acquisto di terreni agricoli.

N.B 

–  Ѐ escluso l’ acquisto da coniuge, anche separato, parenti ed affini entro il secondo grado.

– Ѐ escluso l’acquisto di terreni risultino trascritti pignoramenti immobiliari, ovvero iscritte ipoteche giudiziarie o atti di sequestro.

– Ѐ escluso l’acquisto di terreni non in grado di garantire la sostenibilità finanziaria dell’iniziativa.

Investimento minimo e massimo

Minimo: euro 250.000,00.

Massimo: non definito.

N.B. L’investimento minimo si riduce a € 100.000,00 solo per i soggetti che si impegnano a condurre in affitto un’azienda agricola e vogliono operare un “ampliamento” della stessa attraverso l’acquisto con ISMEA.

Agevolazione prevista

Mutuo a tasso agevolato.

Durata: da 15 a 30 anni.

Tasso fisso: 1-1,5 % circa.

Garanzie richieste

Per investimenti compresi fra euro 250.000,00 e euro 2.000.000,00 ― nessuna garanzia.

Per investimenti superiori a euro 2.000.000,00 ― ISMEA acquisisce ipoteca sui terreni oggetto di acquisto.

Per investimenti di “ampliamento” ― ISMEA acquisisce ipoteca sui terreni oggetto di acquisto.

Modalità di presentazione della domanda

Sarà possibile presentare Domanda unicamente attraverso il portale dedicato a seguito della pubblicazione del Bando Pubblico “a sportello” prevista per gli inizi di marzo 2020.

Considerato il decisivo rilievo attribuito all’ordine cronologico di presentazione delle domande ai fini della formazione della graduatoria e della ammissione alle agevolazioni, è fondamentale predisporre tutta la documentazione tecnica IN ANTICIPO rispetto all’apertura del portale.

 

Fonte: Cassandro Progettazione e Finanziamenti