Giovani: bandi Psr, le scadenze regione per regione

Le misure messe in campo da Unione europea e Italia, mirano a favorire il ricambio generazionale nei campi

Ecco tutti i bandi di prossima scandenza del Piano di Sviluppo Rurale dedicati ai giovani e messi in campo da Unione europea e Italia per favorire il processo di ricambio generazionale nei campi. Gli interventi per i giovani in agricoltura -come fa sintesi Terra e Vita- sono riconducibili nell’ambito della politica di sviluppo rurale e, in misura minore, a interventi di carattere nazionale, più altri pagamenti supplementari a favore dei giovani agricoltori, da affiancare al pagamento base. La Pac attuale (2014/2020) ha previsto un aumento del pagamento nell’ambito della Misura di primo insediamento dello Sviluppo Rurale, sia in termini di spesa programmata che di pagamento medio/beneficiario (valore che è passato da 31.414 euro/beneficiario a 43.459 euro/beneficiario – dati Ismea) questo perché l’Unione europea ha aumentato il budget a disposizione.

Mentre per la Regione Liguria, il bando è scaduto il 31 gennaio scorso, c'è ancora tempo per Lazio, Veneto, Lombardia e Friuli Venezia Giulia.

REGIONE LAZIO Misura: 6 Psr – Sviluppo delle imprese e delle aziende agricole. Sottomisura: 6.1 Psr – Aiuto all’avviamento d’impresa per giovani agricoltori
Il Bando, rivolto a giovani agricoltori con età compresa tra i 18 e i 40 anni, intende favorire il ricambio generazionale nella gestione delle imprese agricole attraverso la corresponsione di un premio (star-up) per i giovani agricoltori che si insediano per la prima volta in una azienda agricola. A beneficiarne coloro che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola di adeguate dimensioni economiche, in possesso di una propria posizione fiscale e previdenziale e di adeguate qualifiche e competenze professionali e che realizzano un Piano di Sviluppo Aziendale (“business plan”). Il sostegno concesso per l’insediamento è di 70.000 euro. Data indicativa di scadenza 25-02-2019 ore 23:59

REGIONE VENETO Insediamento giovani agricoltori – Misura 6.1.1 
L’intervento 6.1.1 (Insediamento di giovani agricoltori) intende promuovere il ricambio generazionale, favorendo il primo insediamento in agricoltura di giovani imprenditori attraverso la corresponsione di un premio e incentivando, mediante l’erogazione di risorse finanziarie, la costituzione e lo sviluppo di imprese competitive, rispettose dell’ambiente e integrate nel territorio rurale. Per l’erogazione del premio forfettario di 40.000 euro, il giovane insediato deve attivare, con il cosiddetto Pacchetto giovani, anche delle misure di investimento volte all’ammodernamento dell’azienda agricola (Misura 4.1.1) e/o alla diversificazione delle imprese agricole. Il giovane, che deve avere meno di 41 anni, deve insediarsi prima della presentazione della domanda e sono ammessi gli insediamenti già avvenuti fino a 24 mesi precedenti la scadenza del bando. Nell’ambito del Pacchetto Giovani, oltre al premio per l’insediamento, al giovane è erogato un aiuto sugli investimenti effettuati che va dal 50% al 60%. È prevista la stesura di una graduatoria specifica per le zone montane. Per tali zone è stabilita una riserva del 25% dell’importo messo a bando. Per accedere alle graduatorie per le zone montane, la domanda deve soddisfare i seguenti requisiti: il 51% della S.A.T. aziendale deve essere ubicata in zona montana; gli investimenti fissi e quelli fissi per destinazione previsti dal Piano aziendale, devono essere realizzati in zona montana; le attrezzature e i macchinari devono essere utilizzati prevalentemente in zona montana. Scadenza: 28 marzo 2019

REGIONE LOMBARDIA Misura: 6 PSR – Sviluppo delle imprese e delle aziende agricole. Sottomisura: 6.1 PSR – Aiuto all’avviamento d’impresa per giovani agricoltori
Incentivi per la costituzione di nuove aziende agricole da parte di giovani agricoltori
Il bando a sportello dispone di 11 M€, suddivisi in quattro periodi di riferimento. Destinato a maggiorenni che, al momento della presentazione della domanda, non abbiano compiuto 40 anni e siano insediati in agricoltura da meno di 24 mesi. Per le società tuti i soci devono avere meno di 40 anni. Il contributo è pari a 30.000 € per i giovani insediati in zona di montagna (prevalenza della SAU), 20.000 € per le altre aree. I limiti di produzione lorda standard per l’accesso agli aiuti è tra 12.000 e € 200.000 per azienda di montagna” e tra € 18.000 e € 200.000 per le altre aree. Le domande si presentano solo per via telematica sul portale regionale SISCO con firma elettronica  o digitale con tessera CRS o CNS e relativo PIN.  Data indicativa di scadenza 30-04-2019 ore 12:00

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA Insediamento giovani agricoltori – edizione 2019 Misura 6.1.1
Sono stati stanziati 2.070.000 euro per incentivare l’insediamento dei giovani nel settore agricolo. Occorre avere un'età compresa tra 18 anni (compiuti) e 41 anni (non ancora compiuti) alla data di presentazione della domanda. L’entità del premio, che può arrivare a 70.000 euro, è calcolata sulla base di diversi criteri tra loro cumulabili e relativi: la localizzazione della superficie agricola utilizzata (SAU) prevalente dell’azienda (fino a 40.000 euro);30.000 euro per le aziende agricole neo costituite o in cui si insedia il giovane, che soddisfano almeno una delle seguenti condizioni: la prevalenza dei prodotti aziendali è già certificata biologico, DOC, DOCG, DOP, IGP, IGT o AQUA; la produzione delle materie prime necessarie alla realizzazione dei prodotti di cui al numero 1) è prevalente ed è gestita secondo i relativi disciplinari; il PA prevede il raggiungimento delle condizioni di cui al comma 1, lettera b) numeri 1) o 2) entro il termine di conclusione dello stesso. È possibile presentare la domanda di sostegno sul portale SIAN dal 2 gennaio 2019 al 1 luglio 2019. Data indicativa di scadenza 01-07-2019 ore 23:59

Fonte: Cia Agricoltori Italiani