L’acquaponica

Produrre cibo dall'alto contenuto proteico, coltivare diverse specie vegetali, consumare pochissima acqua e suolo, in un sistema chiuso ed autosufficiente. È questa l'acquaponica, un metodo di produzione agricola che sta oggi trovando sempre più spazio, grazie alla facilità di realizzazione e all'altissima produttività.

Al Centro di innovazione sociale di Malaga è sorto un incubatore sociale gestito dall'amministrazione locale, da associazioni ed enti privati e, sono almeno 18 i progetti ambientali avviati negli ultimi anni. Tra questi c'è anche quello dedicato all'acquaponica. Un'idea del biologo Juan Antonio Lopez Jaime, presidente dell'associazione per la protezione marina e membro della IUCN (Unione internazionale per la conservazione della natura) spagnola, che lavora al progetto almeno dal 2006. “L'obiettivo è quello di realizzare una sorta di manuale pratico che abbia un forte impatto a livello sociale e che sia replicabile nelle piccole comunità o nelle famiglie” anche per un’autoproduzione.

 

 

da: La Stampa