Nata L’Associazione Nazionale “Le donne dell’ortofrutta”

Le donne dell’ortofrutta hanno la loro associazione. A fondarla è un gruppo di 35 imprenditrici e addette ai lavori, che negli ultimi mesi si sono confrontate per mettere a punto gli obiettivi e le regole di questa realtà italiana, sempre più rappresentata e importante.

 

Non si rivendicano quote rosa o vecchi afflati femministi, l’idea è quella di creare un network di professioniste per presentare idee e progetti, organizzare eventi, essere parte attiva nella comunicazione di settore con una “visione” al femminile.

 

Sempre più spesso – si legge in una nota – in questo periodo si sente l’esigenza di “raccontare” l’ortofrutta facendo emozionare i consumatori. È importante adottare linguaggi e proposte che vadano in questa direzione.

 

Ebbene, le Donne dell’ortofrutta vogliono dare un contributo di conoscenza ed esperienza su questi temi di grande attualità. Le prime attività saranno dedicate al reclutamento di un numero sempre maggiore di addette ed al networking. Si organizzeranno incontri nelle diverse realtà produttive rappresentate dalle associate.

 

Si sta già programmando un evento di lancio a primavera che metterà sotto gli occhi di tutti l’approccio innovativo dell’associazione ai temi caldi dell’ortofrutta. Si farà tanta comunicazione sia tradizionale che non convenzionale e social, “perché la comunicazione è un’arte femminile per eccellenza”.

 

A tenere a battesimo la nuova realtà tutta al femminile c’è Simona Caselli, in qualità di Presidente di Areflh Associazione delle Regioni Ortofrutticole Europee:

 

“Sono onorata di entrare a far parte di questa nuova e bellissima realtà. Credo sia un’ottima occasione per dar prova al settore di aggregazione, un valore di cui si ha davvero bisogno; questa associazione può essere davvero un esempio per tutti”, ha dichiarato la presidente di Arefhl.

 

Caselli poi ha sottolineato l’importanza dell’innovazione come elemento distintivo su cui puntare, di importanza pari a quello dell’internazionalizzazione. “È necessario che l’associazione, unica nel suo genere, si dia una dimensione internazionale. In questo senso vorrei invitarvi alla prossima assemblea di Arefhl in Bretagna per presentarvi in Europa”.

 

I vertici dell’Associazione sono rappresentati da: Alessandra Ravaioli Presidente, Serena Pittella e Cristina Bambini Vice Presidenti, Giulia Montanaro Tesoriera. Il consiglio direttivo è composto da: Carmela Suriano, Francesca Nadalini, Silvia Carpio, Cristiana Dipilato, Marianna Pappalardo, Nuccia Alboni, Raffaella Quadretti.

 

Tra le fondatrici, oltre alle già citate, ci sono Silvia Salvi, Elisa Zani, Valentina Piraccini, Patrizia Manghi, Monica Artosi, Yliana Gonzalez, Carola Gullino, Anna Maria Minguzzi, Sara Grasso, Annalisa Alba, Simona Riccio, Lisa Franco, Anna Parello, Claudia Ferreyra, Simona Rubbi, Elisa Macchi, Chiara Brandi, Linda Carobbi,Valentina Borghi, Beatrice Toni oltre a Rossella Gigli come sostenitrice.

Per aderire all'Associazione, inviare una mail di presentazione con richiesta a: alessandraravaioli@gmail.com