Campagna “Estate Sicura per il contrasto al caporalato”

Il 7 novembre sono stati presentati, a Roma, i risultati della Campagna “Estate Sicura per il Contrasto al Caporalato” da parte dell’Arma dei Carabinieri. I dati si riferiscono alle ispezioni eseguite nel periodo dal 1 maggio 2017 al 30 settembre 2017. Questi i risultati: 25000 posizioni lavorative verificate, 5593 i lavoratori “a nero” (circa il 22%), 3398 quelli a cui è stata riscontrata altro genere di irregolarità; 10709 le posizioni di lavoratori provenienti da Paesi “Non UE”, verificate: 2145 sono risultati “a nero”; 1508 risultavano irregolari. Sono state, inoltre, riscontrati 37 casi di truffa ai danni di INPS ed INAIL, truffe per un importo pari a circa 7,5 milioni di €. Il Ministro Poletti, il Generale dell’Arma ed il Comandante del Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro sono stati concordi nel giudicare positivamente i risultati della Campagna di Tutela e, nel ribadire che la “lotta al caporalato deve essere condotta non solo nel periodo estivo, ma 12 mesi l’anno”. E’ stato ribadito il forte impegno delle istituzioni al contrasto dello sfruttamento del lavoro e la lotta affinchè siano rispettate le disposizioni in materia di Sicurezza sul Lavoro.

Ing. Giuseppe Cacucci