“Resto al Sud”: incentivi (fino a 200 mila euro) per giovani aspiranti imprenditori

“Resto al sud” è la nuova misura – gestita da Invitalia – rivolta agli imprenditori under 35 residenti nelle regioni di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e destinata ad incentivare i giovani all’avvio di attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno.

BENEFICIARI

 

I contributi economici previsti sono rivolti a giovani che:

– hanno un’età compresa tra i 18 e i 35 anni. Nel caso delle società, le stesse possono comprendere anche soci che non rispettano il limite anagrafico, a patto che non siano in numero superiore ad un terzo dei membri della compagine societaria, e non abbiano rapporti di parentela fino al quarto grado con gli altri soci;

– sono residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, o sono disposti a trasferirsi entro 60 giorni dall’eventuale accoglimento della richiesta di finanziamento;

– non risultano beneficiari, negli ultimi 3 anni, di altre misure nazionali a favore dell’autoimprenditorialità;

– hanno costituito o intendono costituire imprese individuali o società, comprese le cooperative, con sede legale o operativa nei territori destinatari della misura Resto al Sud

 

SETTORI AMMISSIBILI

 

Per richiedere le agevolazioni, le imprese costituite o da costituire devono far riferimento ad uno dei seguenti settori:

– produzione di beni nei settori dell’artigianato, dell’industria o dell’agricoltura;

– fornitura di servizi.

 

Dunque, restano escluse le attività libero professionali e del commercio, ad eccezione della vendita dei beni prodotti nell’attività di impresa.

 

TIPOLOGIA DI SOSTEGNO

 

I giovani imprenditori meridionali potranno beneficiare di un finanziamento di importo massimo di 40.000 Euro. Nel caso delle società tale importo massimo sarà concesso a ciascun socio, fino al limite di 200.000 Euro. I contributi economici saranno erogati per il 35% a fondo perduto e per il 65% sotto forma di prestito a tasso zero, da rimborsare entro 8 anni, di cui i primi 2 in pre ammortamento.

 

I finanziamenti Resto al Sud potranno essere richiesti fino ad esaurimento delle risorse disponibili.