Malaburocrazia: Confagricoltura attacca Agea

Il Centro autorizzato di assistenza agricola di Confagricoltura  ha denunciato “inerzie, carenze, omissioni, ritardi dell’Agea nell’assolvimento dei suoi obblighi di legge e contrattuali e comunque la mancata attivazione di procedure idonee ad evitare danni a carico dei produttori”, e ha deciso pertanto di contestare e mettere in mora l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura. È quanto si legge in un comunicato.

 

Con questa mossa il Centro Servizi di Confagricoltura - che assiste  le imprese agricole nella predisposizione e presentazione delle domande per i contributi europei ed i PSR - ha declinato “ogni responsabilità” nella gestione delle domande delle aziende per l’ottenimento dei fondi europei, non avendo ricevuto “in tempo utile ed in maniera completa ed esaustiva – prosegue la nota – tutti i necessari strumenti, mezzi, informazioni e quant’altro necessario a dare corretta esecuzione alle attività delegate”. Ed ha contestato pure  “ripetuti fenomeni di gravi rallentamenti nel funzionamento del Sistema informativo agricolo nazionale (SIAN)”, che a tutt’oggi permangono.

 

“Dalla protesta in piazza contro Agea si è dovuti passare inevitabilmente alla denuncia formale – scrive Confagricoltura –, che è anche un atto propedeutico ad azioni successive a tutela delle imprese. Il rischio vero è che gli utenti  finiscano per subire danni gravissimi, senza averne alcune responsabilità, in un quadro che si è deteriorato oltre ogni limite”.