Consigli per coltivare erbe aromatiche fresche sul balcone

Nei giardini Vaticani è stato realizzato un orto per una dispensa naturale per il desco del Papa. Il naturale fai-da-te insomma impazza. Privilegio per pochi? Non proprio. Anche chi non ha un giardino o un fazzoletto di terra può avere il suo piccolo orticello facilmente accessibile: sul balcone. E si può cominciare con il coltivare le piante aromatiche, indispensabili per una cucina leggera e gustosa. E dalle indubbie virtù salutari.

 

 

Cosa serve? Un balcone o un terrazzo esposto al sole. Dei vasi di almeno 20 cm di diametro o cassette (di coccio o plastica). Le piantine si possono acquistare (in questo caso, travasarle in contenitori appena più grandi); oppure si possono piantare i semi, possibilmente acquistati in negozi biologici. I vasi vanno preparati tutti con argilla o ghiaietto sul fondo, il terreno deve essere leggero e drenante.

 

 

Annaffiare con regolarità, ogni giorno, evitando la formazione di ristagni d'acqua. Questa operazione va fatta nelle prime ore del giorno; mal che vada si può anche fare al tramonto. Evitare assolutamente le ore centrali della giornata.

 

Concimare regolarmente, ogni mese circa, durante il periodo vegetativo (usare un concime completo, con azoto, fosforo, potassio e microelementi). Aggiungere ogni anno un cucchiaino da tè di calce, perché la maggioranza delle erbe non sopporta l'acidità.

 

Più piante possono essere sistemate in un unico vaso: l'unica avvertenza è considerare le differenti esigenze di acqua. Ad esempio, si possono mettere insieme timo, rosmarino e santoreggia. Oppure basilico, cedronella, maggiorana. La menta, che richiede più acqua, ha le stesse esigenze di cerfoglio e dragoncello.

 

In generale, le piante aromatiche amano essere esposte al sole fino a che la stagione non diventa troppo calda; poi meglio tenerle a mezz'ombra, riparate da appositi teli ombreggianti (almeno nelle ore centrali della giornata).

Basilico (ama la luce del sole, ma patisce il grande caldo come pure il vento e il gelo): ha proprietà digestive, antispasmodiche, carminative, antisettiche. Per via esterna si può usare in preparati per bagni deodoranti e tonificanti. È rilassante, utilizzato anche contro lo stress.

Prezzemolo (vuole la penombra e un terreno umido): ricco di vitamina C, A, CALCIO, FERRO, ha proprietà diuretiche e depurative; il suo alto contenuto di vitamina C ha una funzione antiastenica, aumentando il tono muscolare e la resistenza alle fatiche.

Rosmarino (ama il sole e preferisce essere appoggiato a un muro): aiuta la digestione, stimola l'appetito e la secrezione gastrica. Calma la tosse, ed è utile nel trattamento dei reumatismi. È impiegato contro i dolori muscolari e articolari, disturbi circolatori, e per bagni ad azione tonica e defaticante.

Erba cipollina (preferisce l'ombra, ma cresce anche al sole): contiene vitamina C e fosforo. Ha spiccate proprietà depurative e diuretiche.