I fantastici murales per gli animali marini in via di estinzione

I rifiuti di plastica stanno invadendo gli oceani e sempre più animali acquatici sono a rischio di estinzione. Sono oltre 700 mila le specie marine in pericolo a causa dei rifiuti di plastica. Ciò non ci stupisce perché nel mondo si producono 300 miliardi di tonnellate di plastica ogni anno.

 

Chi vive in città, lontano dal mare e dagli oceani, spesso non si rende conto di quanto gli animali acquatici possano essere minacciati dai rifiuti che produciamo nelle nostre case e che purtroppo non sempre vengono riciclati o smaltiti correttamente.

 

Per portare proprio nelle città una maggiore consapevolezza riguardo all’inquinamento causato dalla plastica e ai pericoli per gli animali marini, un artista ha deciso di realizzare dei meravigliosi murales negli Stati Uniti.

 

Roger Peet è un artista e un attivista per i diritti degli animali che vive a Portland. E’ convinto che l’arte possa essere davvero efficace per trasmettere un messaggio positivo che possa frenare l’accumulo di rifiuti e far riflettere sugli animali in pericolo.

 

E’ il co-fondatore del Just Seeds Artists Collective, un gruppo che ha lo scopo di produrre opere d’arte con finalità sociale e ambientale.

Tra gli animali dipinti dall’artista in Montana e non solo troviamo pesci variopinti che sono in pericolo a causa dei rifiuti di plastica, dei cambiamenti climatici e delle sostanze inquinanti utilizzate nell’agricoltura industriale.

I pericoli per gli animali acquatici sono presenti a livello globale per via dei cambiamenti climatici e sono ancora più gravi dove l’inquinamento porta a danneggiare gli ecosistemi di mari e oceani.

 

La speranza è che opere come queste ci facciano riflettere sull’importanza di condurre uno stile di vita più sostenibile, basato su un maggior rispetto per gli animali e per il Pianeta.