Ipertensione arteriosa: sintomi, rimedi e dieta

L'ipertensione si può verificare quando la pressione sanguigna nelle arterie della circolazione sistemica è troppo alta. È una cosa tutto sommato naturale che la pressione si alzi e si abbassi ma, quando a causa di diversi fattori, raggiunge picchi eccessivamente elevati e non viene adeguatamente trattata può provocare problemi al cuore, insufficienza renale e altre patologie.

 

Se, infatti, la pressione è alta, le arterie si indeboliscono, la circolazione risulta difficile e il rischio di infarto e di ictus è dietro l’angolo. Ma quali sono i sintomi dell’ipertensione? E quali sono i rimedi più efficaci per prevenirla o curarla?

I sintomi dell’ipertensione

In generale, l'ipertensione permane a lungo senza dare alcun sintomo particolare, anche perché è molto facile da diagnosticare e da tenere sotto controllo. A tale proposito, è bene esaminare periodicamente i valori della propria pressione arteriosa.

 

In alcuni casi, l’ipertensione produce sintomi come mal di testa, affanno, capogiri, dolori al petto, palpitazioni cardiache, ritenzione urinaria e perdite di sangue dal naso, ma anche:

 

acufene

arrossamento del volto

nervosismo

sudorazioni notturne

vampate di calore

problemi di insonnia

presenza di macchie di sangue negli occhi

vertigini

In molti casi si tratta di sintomi che si potrebbero presentare durante le cosiddette “crisi ipertensive”.

 

Secondo la classificazione del JNC 7 (Joint National Committee on Prevention, Detection, Evaluation and Treatment of High Blood Pressure) si considera “normale” una pressione sistolica al di sotto dei 120 mmHg e una pressione diastolica inferiore a 80 mmHg. Al di sopra dei 140 mmHg di massima o dei 90 mmHg di minima si è ipertesi. Si parla di ipertensione ‘sistolica isolata’ quando è solo la massima ad essere alta (cioè ≥ 140 mmHg).

I rimedi contro l’ipertensione

La prima cosa che i medici consigliano a coloro che soffrono di pressione alta è ridurre il consumo di sale a tavola. Ecco allora che sarebbe bene:

 

1. Cucinare senza sale o con pochissimo sale, optando magari per il sale marino integrale

 

2. Sostituire il sale con le erbe aromatiche

 

3. Evitare i piatti pronti surgelati e limitare i cibi in scatola

 

4. Evitare ketchup e salsa di soia

 

5. Limitare sottoli e sottaceti, affettati e carni conservate

 

6. Scegliere determinati tipi di formaggi

 

7. Evitare patatine e snack salati

 

La dieta per chi soffre di ipertensione

 

Ci sono poi una serie di alimenti alleati nella lotta all’ipertensione:

 

1. Cereali, meglio se quelli integrali, contengono acido glutammatico, che agisce direttamente sulla pressione arteriosa, abbassandola

 

2. Legumi, che contengono una particolare proteina che è in grado di tenere a bada la pressione

 

3. Noci, ricche di antiossidanti che riducono la pressione alta

 

4. Cioccolato fondente ad elevata percentuale di cacao, il cui ricco contenuto di flavonoidi può contribuire a mantenere dilatati i vasi sanguigni e ad abbassare la pressione

 

5. Lupini, ricchi di proteine, sono efficaci contro il colesterolo, il diabete e l’ipertensione

 

6. Pesce, ricco di Omega 3

 

7. Barbabietola rossa che contiene dei nitrati, che riescono a trasformarsi in molecole che aiutano a tenere sotto controllo la pressione arteriosa

 

8. Patate viola ricche di un pigmento che è utile per ridurre la pressione

 

9. Frutta e la verdura in generale

 

10. Alcuni prodotti caseari, infine, contengono peptidi bioattivi, un toccasana nella gestione della pressione.